Webtudordimatematica

Le tre leggi di Newton

Prima legge di Newton o principio di inerzia

Un corpo sul quale agiscono forze con risultante nulla rimane fermo se era fermo prima di applicarvi tale forze, continua a muoversi indefinitivamente con velocità costante se il suo moto era rettilineo uniforme prima di applicarvi tale forze.

La tendenza di un corpo a rimanere fermo o a proseguire di moto rettilineo uniforme è chiamata inerzia. Ecco perchè la prima legge di Newton si chiama anche principio di inerzia. Osserviamo che per tale principio non esiste differenza tra un corpo fermo e uno che si muove di moto rettilineo e uniforme.

Seconda legge di Newton

La risultante di tutte le forze agenti su un corpo di massa $m$ e di accelerazione $a$ è dato dal prodotto di massa e accelerazione: $$ F = m a $$

Dalla seconda legge di Newton osserviamo che l'accelerazione di un corpo è direttamente proporzionale alla risultante delle forze su esso applicate ed inversamente proporzionale alla sua massa.

Poichè forza e accelazione sono vettori, l'equazione che descrive la seconda legge è un'equazione vettoriale. Fissato quindi il sistema di riferimento, possiamo scomporre la risultante delle forze e l'accelerazione lungo le tre direzioni dello spazio e ottenere le tre equazioni scalari: $$F_x = m a_x \quad F_y = m a_y \quad F_z = m a_z $$ dove $F_x, F_y, F_z$ sono le somme algebriche delle componenti lungo i tre assi di tutte le forze applicate alla massa.

Terza legge di Newton

Quando due corpi esercitano delle forze l'uno sull'altro, queste hanno lo stesso modulo, la stessa direzione e verso opposto. (Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria)

Una forza rappresenta sempre una parte di una interazione tra due corpi. Infatti un corpo interagisce sempre con il "corpo ambiente" e quando il primo esercita una forza sul secondo, questo ne esercita un'altra sul primo con stessa direzione e intensità ma di verso opposto. Non si può quindi pensare ad una forza spaiata.

Il quaderno degli appunti
Algebra di base

Gli esponenziali

L'esponenziale è una potenza che come base ha un numero $a$ positivo diverso da 1 e come esponente un'espressione che contiene l'incognita $x$ (la ch
Statistica e Probabilità

Tavola della distribuzione normale standard: come leggerla

La tavola della distribuzione normale standard ti permette di calcolare la probabilità a sinistra di un dato quantile o viceversa trovare il valore d
Analisi matematica

Calcolo delle derivate

La teoria dell'analisi matematica ci dice che, a norma di definizione, il calcolo della derivata di una funzione equivale al calcolo del limite del ra